.
Annunci online

wonderfulshakira
Il sito italiano dedicato alla cantante colombiana
 
 
 
 
           
       






***********************

 
28 febbraio 2007

Rassegna Stampa: Shaki al Datch Forum 27.02.2007


Ecco un po' di rassegna stampa sul concerto di ieri al Datch Forum di Milano


28 feb 08:14   Musica: 11mila al Forum per Shakira


MILANO - Una scaletta contenuta, con 15 canzoni, per lo show di Shakira ieri al Forum di Assago. La pop star si e' esibita a piedi nudi davanti a 11mila spettatori ricordando cosi' il suo impegno per l'associazione Pies Descalzos, che aiuta i bambini poveri della Colombia. Alternando le sue hit in spagnolo con le canzoni piu' note in lingua inglese, tratte da "Oral fixation 2" la cantante ha avuto modo di effettuare cinque cambi d'abito. In occasione del brano la tortura ha duettato con Alejandro Sanz.

Fonte:
http://www.corriere.it/vivimilano/ultima_ora/agrnews.jsp?id=%7bC7F1CD97-6B51-489D-99EE-8431EC3ECA59%7d

***************************



Il live martedì 27 ad Assago
Arriva Shakira: la diva canta scalza
Al Forum si presenta senza scarpe per attirare l'attenzione sull'organizzazione «Pies Descalzos» che aiuta i bambini colombiani
 
Shakira (Afp)
Shakira (Afp)
Scenografie imponenti. Luci spettacolari. Un corpo di ballo da musical milionario. Uno show tutto effetti speciali. No. Shakira ha già dato. I suoi concerti erano così nel 2003, con tanto di gigantesco e mostruoso cobra meccanico a dominare la scena. A questo giro la cantante colombiana, 30 anni appena compiuti, ha deciso di puntare tutto su se stessa e sulle sue canzoni. Niente di più. Neanche una scarpina sexy con tacco a spillo. Shakira si esibisce a piedi nudi, giusto per ricordare che «Pies Descalzos» (piedi scalzi, appunto) è l'organizzazione che lei ha creato per aiutare i bambini del suo Paese che non vanno a scuola e sono denutriti. E anche i costumi sono più da mercatino che da sfilata di alta moda. Tranne una parentesi nella quale indossa un abito rosso fuoco, è sempre vestita con top luccicanti e pantaloni sportivi. Semplice ma efficace: i biglietti per il concerto sono introvabili già da qualche settimana.

Unica vera concessione allo spettacolo puro è la danza del ventre. Che non è una trovata da marketing per sensualone pop costruite in laboratorio. Lei è sudamericana, ma papà era libanese. Quindi la mossa ce l'ha nel sangue. Del resto lo dice anche nella sua ultima hit, «Hips Don't Lie», che tradotto significa «i fianchi non mentono». I momenti più calienti, i colpi di bacino irresistibili accompagnano quel brano che chiude l'ora e un quarto di concerto e «Whenever, Wherever», quello che l'ha resa una popstar planetaria nel 2001. Lo spettacolo mostra anche la vena rock della star: spesso Shakira imbraccia la chitarra elettrica. Rosa, perché è pur sempre una signorina. Il concerto mischia canzoni in inglese con quelle in spagnolo, a zig zag nelle due lingue del repertorio della cantante.
Shakira ha iniziato con la lingua madre ed è diventata una stella in Sudamerica con canzoni come «Estoy Aquí» (che apre sempre questa serie di show) e «Ciega sordomuda». Nel 2001, con «Laundry Service», è passata all'inglese conquistando le hit mondiali sull'onda di «Whenever, Wherever» e della romantica ballad «Underneath Your Clothes». Nel 2005 ha ufficializzato la sua «indecisione» linguistica pubblicando «Fijation Oral vol. 1» e «Oral Fixation vol. 2». Attenzione a non fare figuracce, non sono uno la traduzione dell'altro. Le canzoni sui due album sono diverse. Dal primo non mancano mai «La tortura» e «No», dal secondo «Hips Don't lie», «Don't Bother» e «Illegal».

Shakira, martedì 27, Datchforum. Assago, via Di Vittorio, tel. 02.53.00.65.01. Ore 21, ingr. 50-42-32-30 euro più prevendita
Andrea Laffranchi
27 febbraio 2007

Fonte: http://www.corriere.it/vivimilano/concerti/articoli/2007/02_Febbraio/21/shakira.shtml


*******************************

SHAKIRA La «rockera» va al Forum

di Antonio Lodetti - martedì 27 febbraio 2007, 07:00

Il suo biglietto da visita è stato l’album Laundry Service: 18 milioni di copie vendute e un singolo forte come Whenever Wherever. Il primo album in cui si è buttata sull’inglese ed ha scritto da sé tutti i testi delle canzoni. E pum, Shakira è entrata alla grande nel mondo del pop che conta per diventare piano piano da idolo dei teen ager a simbolo di intellettuali come Gabriel Garcia Marquez che ha scritto di lei: «Nessuno può ballare o cantare con una sensualità innocente come quella di Shakira». Ha scalato l’Himalaya del pop la diva colombiana e stasera sarà in concerto al Datchforum sfidando persino il festival di Sanremo. «Scrivere e cantare in inglese è stata la logica continuazione della mia carriera e una sfida a me stessa».
Qualcuno la chiama la vice-Madonna ma lei replica: «Ci vuol tempo prima che la gente capisca veramente cosa vuol dire la mia musica. Ma io non sono in competizione con nessuno, non sono un cavallo da corsa».
La sua tournée è partita un mese fa dalla Germania con grande (e prevedibile) successo. Abbandonato il look adolescenziale, corretti gli eccessi di quello supersexy (canta addirittura a piedi nudi per ricordare Pies Descalzos, la «rockera», come viene soprannominata, è pronta per dispensare il suo pop leggero in salsa latina, condito con mille spezie e shakerato con aspersioni di rock, dance, pop ma anche con ritmi orientali, profumo di tango e incursioni rabbiose nei brani dell’album Donde estan los ladrones. Non vuol passare per la ragazzina con il cervello sottovuoto, e qualche anno fa a New York si è esibita proiettando su schermi giganti immagini di denuncia contro Bush e Saddam.
Ma il pubblico la ama soprattutto per le canzoni. E lei la regala, sacrificando (a differenza del passato) le imponenti scenografie e le ricche coreografie. Ora tutto è spartano, il palco volutamente spoglio. E Shakira canta, balla (si concede l’abituale danza del ventre) si dimena, detta il tempo ai musicisti e ai fan, punta tutto sulle sue qualità di artista e sui suoni. Entrerà sul palco sulle note di Estoy aquì per scatenarsi con Te dejo mas e il supersuccesso Don’t Bother, avanzando nelle pieghe del suo repertorio fino alle recenti No, Illegal passando per Hips Don’t Lie, uno dei brani più trasmessi dalle radio di tutto il mondo.
Come definire il suo stile? Musica leggera perbacco, che fa muovere, divertire, dimenticare la realtà per qualche ora. Del resto nel suo Dna c’è scritto contaminazione; è nata in Colombia da papà libanese, ama i Beatles e i Led Zeppelin, i Police e i Nirvana e - come dice spesso - «le mie canzoni sono il prodotto della mia vita e delle mie passioni». Non è roba per gli amanti di Toto la Momposina (regina della Cumbia, ovvero il folk colombiano) ma sa far impazzire gli stadi. E non è poco.
Shakira
DatchForum, Assago, ore 21, info 02-53006501, ingresso da 50 a 30 euro
 
Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=160103&START=2197&2col=




permalink | inviato da il 28/2/2007 alle 12:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo

Shakira Official Site
Shakira Official My Space
Catch the fever (sito creato dalla SEAT per Shakira)
Shakira Shiver



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     gennaio        marzo